Pan di Spagna vegano- idea vegan

 

1

Vienimi a trovare  anche su:

https://www.facebook.com/maruzzellanapoletanavegetariana/

E se ti va, non dimenticare di mettere “Mi piace” 👍 alla pagina per essere aggiornato sulle novità!

Prima di arrivare alle dosi giuste ho sperimentato un pò di volte, sono riuscita però a trovare il panettone/Pan di Spagna vegano perfetto,  la consistenza è una via di mezzo tra il panettone (così chiamato a Napoli, ma noto in generale come ciambellone) ed il Pan di Spagna classico vegetariano con le uova. Per questa ricetta è prevista l’acqua faba, mi chiederete ma cos’è l‘acqua faba? L’acqua faba si ottiene dall’acqua di cottura dei ceci. In pratica, quest’ultima contiene le proteine che sostituiscono le proteine date dall’albume dell’uovo, dando così struttura al panettone e si monta proprio come si montano gli albumi. Di seguito vi spiegherò come possiamo produrla, e conservarla. Successivamente, scorrendo la pag., troverete la ricetta del dolce…! P.S. Il colore ambrato del panettone in foto è dovuto all’uso dello zucchero di canna, se useremo lo zucchero classico avremo anche nella colorazione un panettone classico!

Preparazione dell’acqua faba ( A.F.):

  • Ceci secchi g.300 ( ma volendo anche di più, sta a voi decidere)
  • Acqua
  • Bicarbonato.

Mettiamo i ceci in ammollo con acqua ( abbondante acqua, superare il livello dei ceci ) e un bel cucchiaio di bicarbonato per una notte. La mattina scoliamo i ceci, li sciacquiamo e li cuociamo in acqua, sempre abbondante, e lasciamo cuocere per un paio di ore minimo, i tempi dipendono dalla grandezza del legume che abbiamo utilizzato. P.S. con una pentola a pressione i tempi di cottura diminuiscono notevolmente! Dopo la cottura recuperiamo  l’acqua di cottura scolando i ceci con il colapasta appoggiato ad una pentola dove cadrà l’acqua faba. I ceci li possiamo usare per farne polpette vegane o per farne “Pasta e ceci”. E’ di fondamentale importanza far asciugare a fiamma medio-vivace l’acqua faba ottenuta, in questo modo elimineremo tutta l’acqua in eccesso fino ad arrivare ad ottenere solo la parte gelatinosa (effetto albume). Se utilizzassimo l’ A.F. tal qualis (quindi, senza asciugare tutta l’acqua) il panettone, a fine cottura, ci verrà molto bagnato, non ben cresciuto, e risulterà molto pastoso alla masticazione.  Lasciamo, quindi,  raffreddare l’acqua e poi riposare in frigo un paio di ore prima dell’utilizzo. Ricordiamoci che il gel ottenuto possiamo anche congelarlo ed utilizzarlo all’occorrenza. P.S. Per chi ha la kitchenAid la velocità da usare inizialmente è 4/5, poi possiamo aumentare.

Adesso vediamo come possiamo usare l’Acqua Faba per il nostro panettone vegano.

Ingredienti per il panettone:

  • Acqua Faba  in gel g. 250.
  • Zucchero g. 250 ( io uso zucchero di canna grezzo, ma scegliete ciò che preferite).
  • Olio di Arachide g. 70.
  • Farina (tipo 0) 500 g. ( possibilmente prodotta in Italia).
  • Latte di soia ml. 300.
  • Lievito per dolci g.30 circa.
  • Un cucchiaio di amido di mais.
  • Una arancia/limone bio ( di cui grattuggeremo la parte esterna).
  • Limoncello 2 tazzine abbondanti circa ml 80 (o un liquore aromatico che preferite).
  • Bacca di vaniglia. Da cui prenderemo con la punta di un coltello la parte interna. (l’aroma di vaniglia è importantissimo, se non avete la bacca usate un aroma alla vaniglia).
  • Scorzetta grattuggiata di un limone, senza la parte bianca.

Procedimento:

Montiamo l’ A.F. ben fredda con una frusta ( esattamente come si fa con gli albumi) per circa 6 minuti, così verrà ben soda. Volendo possiamo aggiungere anche un cucchiaio di zucchero a velo, mentre monta; non di più altrimenti il panettone  risulterà gommoso alla masticazione. Riponiamola in frigo mentre prepariamo il resto.

acqua faba 5

Preparazione del Pan di Spagna vegano:

Uniamo l’olio insieme alle scorzette grattuggiate di limone/arancia e cominciamo a frullare sempre con la frusta a filo, poi aggiungiamo il limoncello, quindi lo zucchero, la vaniglia, il latte di soia, ed il lievito; lasciamo miscelare il tutto per qualche minuto. Poi  cambiamo la frusta, usando quella a foglia ( volendo possiamo usare sempre la frusta a filo perchè l’impasto finale non sarà molto duro), ed infine uniamo l’ amido di mais e la farina setacciata, un pò per volta. Lasciamo amalgamare bene gli ingredienti per una decina di minuti.

A questo punto uniamo l’acqua faba montata a neve all’impasto base:

img_2165 (2)

man mano, con un cucchiao di legno o plastica, inglobiamo il bianco all’impasto con un movimento che va dal centro verso l’esterno e dall’alto verso il basso come si fa per il Pan di Spagna ( vabè… mischiate), vedrete che l’impasto comicerà a risultare  soffice e spumoso.

img_2176 (2)

Quando sarà tutto inglobato, versiamo l’impasto finale negli stampi ed inforniamo per circa 35/45 minuti a 160 ° C ( il tempo varia a seconda che lo stampo sia piccolo, tipo per muffin, o più grande. Controllate se sono cotti usando uno stecchino di legno lungo da “infilzare” nel dolce, se estraendo lo stecchino risulta non asciutto ma con dei residui umidi, facciamo cuocere ancora un pò!

img_2185 (2)

Lasciamo raffreddare…..

Et voilà……consiglio di gustare questo dolce con la marmellata, la cioccolata light o la cioccolata golosa!!

img_2194 (3)

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: