I Taralli e l’ “Unità d’Italia”…

logo vegan

IMG_1460
Taralli napoletani vegani con nocciole!

Vienimi a trovare anche su:

https://www.facebook.com/maruzzellanapoletanavegetariana/

I Taralli salati sono  tipici napoletani, ma con questa preparazione ho pensato di unire alcuni tra i più straordinari prodotti italiani. Ormai nella “Torre di Babele” degli scaffali dei supermercati troviamo, per il 99%,  alimenti “bugliardi”, che portano con se tossicità, ipocrisie, e illusione del “sano”. Ecco perchè ho pensato a questi taralli come anello di congiunzione tra le eccellenze del Nord e del Sud Italia, portando alla luce tre delle tantissime meraviglie ….e cioè: le nocciole del Piemonte i.g.p., la farina pugliese, l’olio di Campagna ( una frazione del salernitano). E’ così che nasce non un tarallo qualsiasi ma un “Tarallo Italiano“. P.S. questa ricetta, seppur semplice, la dedico a tutti gli agricoltori che letteralmente lottano quotidianamente, ( nonostante le normative europee che remano contro le “specificità locali”), per portarci prodotti alimentari degni di questo nome! Va da se che possiamo usare le materie prime che desideriamo l’importante è che siano italiane all 100%  e di qualità!

Ma passiamo agli ingredienti:

  • Farina  g. 500.
  • Olio  g.150.
  • Lievito, un cubetto da g 25.
  • Acqua, a temperatura ambiente, q.b.
  • Sale e pepe q.b. ( personalmente abbondo di pepe perchè lo adoro).

Procedimento:

In una zuppiera versiamo la farina, creiamo un solco al centro, e versiamo tutti gli altri ingredienti, quindi: pepe, sale, il lievito sciolto precedentemente in un bicchiere di acqua ed infine l’olio.

impasto base taralli
Tutti per uno…,uno per tutti!

Cominciamo a mescolare la parte centrale ( liquida) con la forchetta , poi man mano assorbiamo tutta la farina aiutandoci con le mani ed aggiungeremo altra acqua un pò per volta q.b. . L’impasto sarà pronto quando non si attacherà più alle mani, quindi se risultasse ancora bagnato basterà aggiungere poco alla volta altra farina; viceversa se non dovesse aver assorbito tutta la farina basterà aggiungere, sempre un pò per volta, altra acqua.

panetto base logato
Impasto base

A questo punto attendiamo la lievitazione, il panetto dovrà raddoppoare di volume.

panetto lievitato logato
Prima lievitazione.

Una volta lievitato ri-impastiamo il panetto.

II lievitazione con logo

Diamo forma ai taralli: la forma classica la otteniamo creando dei bastoncini lunghi circa 25 cm, su metà bastoncino adagiamo le nocciole intere ( che daranno un’esplosione di sapori formidabile quando li assaporeremo);

forma nocciole 1
Si parte….

poi ripieghiamo l’altra metà sulla parte con le nocciole, schiacciamo leggermente, le arrotoliamo su se stesse, e chiudiamo le estremità del bastoncino.

nocciola II.com

Possiamo creare le forme che desideriamo dando sfogo anche alla nostra fantasia.

tarallo finito.com

Mettiamo i taralli così ottenuti su di una teglia, distanziandoli l’uno dall’altro un paio di centimetri. Attendiamo così la seconda lievitazione;

seconda lievit tarallo
Adesso è pronto per la cottura…

a cui seguirà la cottura in forno ventilato, preriscaldato a 160 °C,  per circa 30 minuti, poi altri 10 minuti a 180°C. Se create dei mini-taralli il tempo di cottura sarà inferiore, quindi cerchiamo di creare taralli della stessa dimensione, saranno pronti quando raggiungeranno un bel colore dorato.

Et voilà…..

IMG_1460
Un ottimo aperitivo….

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: