Una mattina all’ombra dell’albero di “Crisommele”…., una mattina speciale!

Vienimi a trovare anche su:

https://www.facebook.com/maruzzellanapoletanavegetariana/

 “Scappare dai centri commerciali, a gambe levate“!!!

Sporchiamoci con la terra, lasciamoci abbracciare dai profumi della natura, dal fresco dell’ombra naturale e  non dai condizionatori. Stacchiamo gli occhi dai cellulari, maligni per la mente e per il corpo, e soffermiamoci ad osservare gli alberi, le sue foglie, i frutti …poi abbassiamo lo sguardo per guardare la terra, la Terra che calpestiamo…..!

Esperienza bellissima, stamattina, in un’azienda agricola di Somma Vesuviana; Gaetano, il proprietario innamorato delle sue albicocche e che parla ai suoi pomodori, ci ha aperto le “porte” della sua terra, ricca di Albicocchi e di alberi di Noci di ben tre varietà differenti: Sorrentina, Beneventana e Nolana , importantissimo distinguerle al fine di ottenere un ottimo Nocillo. Gaetano produce Albicocche e con amore e rispetto per la storia di queste piante e dei suoi frutti ci ha mostrato le tantissime varietà autoctone presenti nel suolo vesuviano. Viva la biodiversità, una diversità che arricchisce tutti e che non usurpa il “bene” di nessuno. La natura ci insegna tanto, ma siamo noi abbastanza maturi e umili da riuscire ad imparare da Lei? La passione di Gaetano, nel raccontare le origini dei frutti della sua terra e non solo è stata coivolgente, lo avrei ascoltato per ore…..! Peccato che ad interrompere questo racconto ci sia stato l’intervento di una consumatrice che si chiedeva (“con fare” anche un pò burberetto ) perchè nel suo paese non arrivassero le albicocche prodotte dalle terre vesuviane, rompendo la poesia del racconto di Gaetano; a mio parere l’unica risposta da dare  era una sola…..:

” Come hai fatto oggi, vieni nelle terre vesuviane, fai scorta di albicocche, e goditele a cassette, a casetta!”. Il Km 0 significherà qualcosa?.

Ad ogni modo porto con me qualche notizia in più sulle albicocche, che riporto quindi a voi:

Attualmente di piante d’albicocche ne esistono una ventina di varietà i cui nomi variano al variare, addirittura, delle famiglie dei paesi vesuviani che le hanno coltivate nei secoli passati. I nomi sono uno spasso. In linea generale si usa indicare l’ albicocca  con il termine “Crisommola”, invece i nomi specifici di alcune varietà di albicocche vesuviane sono: ” Vicienz ‘e Maria “, “Ciccone”, “Caiana”, “Volpe”, “Pellecchiella”, “Boccuccia”, “Munacella”, “Preveta bella”, “Vitillo”, “Puscia”….. etc…..!

Non è normale che queste realtà siano “mosche bianche”, che non solo devono fronteggiare un clima impazzito (ma questa è un’altra storia), ma anche un mondo dove i consumatori acquistano nei centri commerciali frutta e verdura costantemente sottoposte a luci artificiali e stipate in ambienti chiusi che deteriorano quel minimo di carica vitaminica già difficilmente presente.

Certo è che i produttori (nel rispetto del loro lavoro), tra il prezzo al ribasso proposto dalle grandi catene di distribuzione ed i prezzi alti proposti direttamente al consumatore, potrebbero trovare una via di mezzo, che accontenterebbe tutti coloro che tengono ad un prodotto di qualità ed a preservare le peculiarità territoriali.

Insomma con fatica, cerchiamo di scrollarci di dosso decenni e decenni di sovrastrutture sociali, che le multinazionali (senza farcene accorgere) ci hanno cucito addosso come dei vestiti che però non ci appartengono! Forse all’inizio ci costerà fatica, perchè dobbiamo disintossicarci, ma poi, quando “guarderemo dietro” ci chiederemo: ” ma come abbiamo fatto per così tanto tempo a non capire che sbagliavamo?”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: