Il Glutammato (monosodico) ci fa bene? Male? O niente?

Vienimi a trovare anche su:

https://www.facebook.com/maruzzellanapoletanavegetariana/

Cerchiamo di mettere un punto alla questione “Glutammato monosodico, si o no?“. Prima però di fare chiarezza su questo argomento, permettetemi di esprimere la mia “caduta di braccia” dinanzi ad “esperti” nel campo dell’alimentazione umana, che confondono l’acido glutammico col glutammato! Consapevole del fatto che non siano chimici, almeno spero che, in futuro, se proprio sentano la necessità di scrivere di un argomento, non si limitino al “copia e incolla” ma approfondiscano l’argomento studiando e studiando bene! Auspicando una professionalità non seguace dell’approssimazione… parliamo del protagonista di oggi!!!

Informazioni di base:

Il Glutammato Monosodico – GMS –  si presenta, sulle etichette degli alimenti laddove presente, con la sigla  E 621 ed è un esaltatore di sapidità. Ne vengono prodotti all’anno più di trecento milioni di kg ….. dovremmo chiederci:  « ma perchè »? Quando mangiamo qualcosa di naturale ( e teniamo presente che il -GMS- è spesso presente naturalmente negli alimenti)  il sapore è una sinfonia di profumi, sensazioni ……; è evidente che quando un prodotto è industriale, perde il suo fascino…. ed ecco che arriva lui ad “esaltare” il salvabile……!!! L’ E 621 ( per gli amici L-glutammato ) è prodotto attraverso processi biotecnologici  che coinvolgono alcuni ceppi batterici, tra cui, il Corynebacterium ed il Brevibacterium Flavum, i quali vengono coltivati in condizioni che ne alterano il metabolismo ….( mi fermo qui altrimenti mi faccio prendere la mano…..)!

Effetti sull’organismo:

Adesso che conosciamo un pò meglio il protagonista di questa “Soap Opera” vediamo gli effetti che può avere sull’organismo umano! Alla fine degli anni ’60  il -GMS- fu accusato di provocare sintomi particolari come: mal di testa, formicolio, tensione dei muscoli facciali, definiti come ” sindrome da ristorante cinese “,  perchè insorgeva in persone che avevano mangiato in questi ristoranti. In realtà (e aggiungo, fortunatamente per le industrie alimentari che ne fanno uso)  questi sintomi si manifestano solo in un numero limitato di persone, che hanno una sensibilità individuale più spiccata. Non ci sono riscontri che possano certificare con sicurezza che il -GMS- sia un additivo sicuro, ne il contrario, ma allora perchè la direttiva – 94/35/CE- della Comunità Europea ne ha proibito l’utilizzo in prodotti per l’infanzia? Perchè quindi, anche nel successivo REG. (UE) N. 1129/2011, nell’allegato 13 ( pag 132 ) ,  che regola gli additivi per uso  alimentare destinati a lattanti e bambini, non risulta l’E 621 ( https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX%3A32011R1129&from=IT ) in nessun alimento nella vita del lattante?

E’ sicuro che i prodotti lavorati industrialmente perdano completamente di identità nutrizionale, di sapori e profumi propri, quindi, a mio parere, potrebbero “sparire” per il 99,99 %  dagli scaffali tristi dei supermercati, da cui, con il loro “Canto delle sirene”, attraggono, ammaliano, e pugnalano alle spalle …..!!!

Ricordate sempre: “Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio!”

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: